Procura

Contactos

 Os nossos e-mails:
 cidadaniaecasamento@gmail.com

 Para organização de debates:
debate@casamentomesmosexo.org

 Para envio de documentos:
documentos@casamentomesmosexo.org

 Contacto de imprensa:
imprensa@casamentomesmosexo.org


 A nossa morada:
 Apartado 50.003, 1701-001 Lisboa
 PORTUGAL

 

Ajude-nos

 Transferência bancária:

 NIB 0010 0000 4379 5060 0013 0

 

Versão para impressão Enviar por E-mail
Segunda, 06 Outubro 2014 21:15

 

 

Manif
Anche a Bordeaux hanno sfilato 30 mila persone per «reclamare l??abolizione universale dell??utero in affitto (Gpa) e rifiutare l??apertura alla fecondazione assistita senza padre»

 

Più di 500 mila a Parigi, almeno 30 mila a Bordeaux. Ieri la Manif pour tous è scesa di nuovo in piazza dopo otto mesi per «reclamare l??abolizione universale dell??utero in affitto (Gpa), rifiutare l??apertura alla fecondazione assistita senza padre e ricordare che queste derive (?) sono il risultato della legge Taubira sul matrimonio» omosessuale.

NO AL GENDER. Uomini, donne, vecchi e bambini ?? di tutte le razze e religioni ?? hanno sfilato in un corteo di sei chilometri per chiedere il «ritiro della circolare Taubira che organizza l??aggiramento del divieto di praticare l??utero in affitto», il ritiro del «piano sull??uguaglianza» e per dire «no alla confusione dei generi a scuola».

NUOVO OSCURANTISMO. Intervenuta a Parigi dal palco situato a Montparnasse, la presidentessa della Manif pour tous, Ludovine de La Rochère, ha dichiarato: «Noi continueremo a mobilitarci pacificamente, ma senza tregua. Non permetteremo più che gli ultra-libertari impongano il loro calendario e le tappe di questo preteso ??progresso?. Non c??è niente di più oscurantista dell??utero in affitto. E noi faremo anche di più: porteremo avanti le nostre proposizioni per consolidare le famiglie e difendere i bambini».

NIENTE PADRE E MADRE. Diciotto mesi dopo l??approvazione del matrimonio e dell??adozione per le coppie gay, la Francia ha fatto numerosi passi avanti verso la legalizzazione della fecondazione assistita per le coppie di donne, privando volontariamente i bambini di un padre, e dell??utero in affitto, privando volontariamente i bambini di una madre.

«L??UOMO NON ? MERCE». Tanti gli slogan cantati dai manifestanti: ??La donna non è una macchina che produce bambini?, ??Basta prendere a mazzate fiscali la famiglia? e ancora ??L??essere umano non è una merce?. Tra i manifestanti nessuno si fida delle parole di Manuel Valls, che ha escluso l??approvazione dell??utero in affitto da parte del governo Hollande. «Le garanzie di Valls sono una buona cosa, ma più che le parole servono i fatti», dichiara a La Croix Laurence, arrivato a Parigi con i suoi due figli.
Grégoire, 23 anni, è d??accordo e riassume così le preoccupazioni di molti: «La banalizzazione dell??utero in affitto può condurre a degli eccessi come la mercificazioni degli uomini ma anche a derive come l??eugenetica».

 

 

Ler notícia no contexto original